SPAGNA SETTENTRIONALE: Diario di viaggio 1° parte

Buongiorno a tutti ! Nell’articolo di oggi vi inizierò a raccontare (l’articolo è molto lungo, quindi ho preferito dividerlo in 2 parti) del nostro viaggio nella Spagna Settentrionale di agosto 2017. E’ stato un viaggio molto bello, con alcune autentiche sorprese, e volevo condividere con voi questo piccolo “diario” con alcuni consigli e tappe davvero fondamentali se vorrete intraprendere lo stesso percorso. Vi dico subito che l’itinerario che abbiamo effettuato parte dall’idea di effettuare il Cammino di Santiago in auto con qualche alternativa rispetto ai vari percorsi eseguiti solitamente, insomma “personalizzandolo” prendendo un “pezzo” di percorso di quà e di là fra i vari. Ma non voglio dilungarmi altro quindi parto subito con elencarvi (e brevemente descrivervi) le varie tappe.

PARTENZA: IN VOLO DA VENEZIA A BILBAO E TAPPA NEI PAESI BASCHI

Partenza con volo di Volotea diretto per Bilbao (https://www.spain.info/it/que-quieres/ciudades-pueblos/grandes-ciudades/bilbao.html) dalla nostra Venezia (per trovare i voli al miglior prezzo consiglio di utilizzare Skyscanner https://www.skyscanner.it/) e sosta di 2 giorni per ammirare la città basca (https://turismo.euskadi.eus/es/). Una bella sorpresa davvero, il centro storico (il Casco Viejo) è molto caratteristico e oltre ad una bella passeggiata potrete gustare ottimi “pinchos” (così si chiamano i tapas in diverse regioni della Spagna Settentrionale) anche al bel Mercado de la Ribera. L’highlight della città è senz’altro il Museo Guggenheim (https://www.guggenheim-bilbao.eus/), che noi non abbiamo potuto visitare causa coda interminabile…consiglio dunque chi fosse interessato ad acquistare anticipatamente i tickets online. Passeggiandovi attorno si possono comunque ammirare alcune opere esterne, fra cui il famoso “Puppy” di Jeff Koons, e il bel giardino circostante. Proseguendo poi lungo il fiume Nerviòn troveremo il Ponte Zubizuri (di Santiago Calatrava…ricorda il celebre ponte di Venezia, Piazzale Roma, sempre da lui progettato).

Il Nerviòn dal Ponte Zubizuri
A spasso nel centro…il murales di J. Extebarria “Kamaroi”

DA BILBAO A OVIEDO E LE ASTURIE PASSANDO PER LA CANTABRIA

Dopo due giorni riprendiamo il nostro viaggio in Spagna settentrionale verso le Asturie (una regione meravigliosa !!!) con alcune tappe nella Cantabria (che approfondiremo meglio sulla strada del ritorno)(https://turismodecantabria.com/inicio). Strada facendo ci fermiamo a Castro Urdiales (https://www.spain.info/it/que-quieres/ciudades-pueblos/otros-destinos/castro_urdiales.html) che merita una bella passeggiata per ammirare l’Oceano Atlantico, il porto e le varie chiese.

Vista dell’oceano da Castro Urdiales…una delle mie foto preferite

Proseguiamo poi e ci fermiamo per un’altra sosta nella strepitosa San Vicente de la Barquera (https://www.google.com/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=2&cad=rja&) nota e affollatissima località balneare (e infatti tutti i ristoranti erano strapieni !!!) al centro del Parco dell’Oyambre. Tappa anche questa obbligatoria, il centro è molto bello, salite alla Muralla e ammirate il panorama, passate per il Puente de la Maza …e poi andate (assolutamente) in spiaggia….meravigliosa davvero !!! Noi ci siamo fermati alla Playa del Meròn, ma ce ne sono altre altrettanto belle.

San Vicente de la Barquera, Playa del Meròn

Quindi arriviamo nelle Asturie (https://www.turismoasturias.es/home) e ci rechiamo nel nostro alloggio, situato a Quintes, piccola località comoda per spostarsi fra le nostre tappe. Il giorno successivo tappa a Oviedo (https://www.spain.info/it/que-quieres/ciudades-pueblos/otros-destinos/oviedo.html), la città del sidro (non andate via da qui senza averlo assaggiato….naturalmente fatevelo servire dai locali, per versare questo sidro delle Asturie infatti viene usata una tecnica particolare per preservarne la spuma…non cercate di imitarli però !). Visitate la Cattedrale e le varie chiese, passeggiate per il centro e recatevi a mangiare in una sidreria…poi alla fine del giro prendete l’auto (o la bici) e salite al Monte Naranco per godere di un bellissimo panorama sulla città, ammirare la statua del Cristo e visitare le chiese di San Miguel de Lillo e Santa Maria del Naranco, una tappa obbligatoria se si è in questa zona.

Oviedo, panorama dal Monte Naranco

Terminiamo la giornata con una passeggiata nel vivacissimo centro di Gijòn (https://www.spain.info/it/que-quieres/ciudades-pueblos/otros-destinos/gijon.html), anche qui potrete camminare sul lungomare (sarebbe meglio dire lungoceano) e ammirare un’altra parte del Golfo di Biscaglia.

Gijòn

Il giorno successivo ci aspetta un’altra tappa obbligatoria in terra asturiana ovvero la bellissima Cudillero (https://www.spain.info/it/que-quieres/ciudades-pueblos/otros-destinos/cudillero.html) con la magnifica Playa del Silencio. Cudillero mi ha ricordato molto l’Italia, in particolare le Cinque Terre…villaggio arroccato sull’oceano, le case colorate che si arrampicano sulle scogliere, uno spettacolo. Fermatevi a mangiare in uno dei ristorantini di pesce della piazza principale e godete di una vista superba. Dopo aver visitato il centro ci spostiamo per raggiungere la famosa Playa del Silencio e qui davvero resterete senza parole….un posto meraviglioso, un’angolo magico e prezioso. Lasciate l’auto e raggiungetela a piedi, il percorso è un po’ impegnativo (in particolare i numerosi scalini per scendere alla spiaggia che poi dovrete rifare in salita) ma non potete assolutamente mancare questa visita, sarà un posto che vi rimarrà per sempre nel cuore !

Playa del Silencio fotografata lungo il cammino per raggiungerla

DA OVIEDO ALLA GALIZIA: A CORUNA E FINISTERRA

Il mattino dopo riprendiamo dunque il nostro “cammino di Santiago” raggiungendo la Galizia (https://www.turismo.gal/inicio?langId=it_IT) con tappa giornaliera a A Coruna (https://www.spain.info/it/que-quieres/ciudades-pueblos/otros-destinos/a_coruna.html). Questa città, il cui centro è davvero molto bello e vivace, rappresenta un’autentica sorpresa per noi…ci aspettavamo una città niente di speciale (e infatti è molto meno considerata e conosciuta di altre a livello turistico) e invece davvero ci ha colpito molto ! Non avendo troppo tempo a disposizione ci siamo limitati ad una bella passeggiata nel centro con cena in un locale in Piazza di Maria Pita e l’ammirare le bella spiaggia urbana del Riazor. Non è mancata neppure una visita (obbligata visto che alloggiavamo nell’hotel al suo interno !) al centro commerciale più grande di tutta la Spagna (e terzo in Europa), ovvero l’enorme Marineda City (https://marinedacity.com/) (grandissimo….vi perderete all’interno…noi in compenso ci siamo persi all’interno dell’immenso parcheggio coperto !!). Per tutti gli amanti dello shopping una tappa imprescindibile !

Il giorno successivo, prima di ripartire da A Coruna, ci fermiamo a visitare la famosa Torre di Ercole (unico faro romano del mondo ancora funzionante) e la sua rosa dei venti. Anche da qui potrete godere di strepitosi panorami sull’Atlantico…bellissimo davvero !

Vista dall’alto dalla Torre di Ercole
Altro panorama dalla Torre di Ercole

Partiamo da A Coruna per raggiungere la ormai vicina Santiago de Compostela, strada facendo naturalmente una tappa obbligatoria del Cammino (i pellegrini infatti non considerano concluso il cammino se non hanno fatto tappa qui, infatti vi potrete trovare varie testimonianze di quanto questo luogo rappresenti…scarpe e vestiti usati durante il cammino ad esempio, lasciate qui dai pellegrini)….sto parlando di Cabo Fisterra, Finisterra, Costa da Morte (https://www.turismo.gal/que-visitar/destacados/cabo-fisterra?langId=it_IT). La fine del mondo, il kilometro zero del cammino…un luogo che non potrete più dimenticare…non aggiungo altro, le foto parlano da sole per descrivere lo spettacolo a cui vi troverete di fronte…(https://www.turismo.gal/que-visitar/destacados/cabo-fisterra?langId=it_IT)

Finisterra
Il km 0 del Cammino, Finisterra
Finisterra

Dopo aver visitato Cabo Fisterra raggiungeremo finalmente la tappa centrale del nostro viaggio, Santiago de Compostela. Concludo qui la 1° parte di questo diario di viaggio nella Spagna Settentrionale e vi rimando alla lettura della seconda e ultima parte, che va da Santiago fino al ritorno a Venezia e che trovate qui https://lafondamenta.it/2019/06/03/viaggi-2-settimane-nella-spagna-settentrionale-2-parte/). Spero questa prima parte vi sia piaciuta, se volete qualche consiglio in più (anche sugli alloggi, ristoranti, ecc…) potete lasciare un commento sulla pagina Facebook al quale vi risponderò appena possibile. Grazie ancora della lettura e CONDIVIDETE se vi è piaciuto !!!!

Potrebbero interessarti anche...